PASSE e FLUIDOTERAPIA

 

IL PASSE o FLUIDOTERAPIA

Il PASSE, conosciuto anche come FLUIDOTERAPIA, è l’atto di trasmettere energia magnetizzata dal mondo spirituale, direttamente o con l’aiuto di un medium passista (attraverso l’imposizione delle mani), in beneficio dell’uomo incarnato. Dai tempi più antichi, l’imposizione delle mani è una delle formule utilizzate dalle persone per aiutare gli ammalati o per allontanare da essi le cattive influenze spirituali. Gesù ha fatto largo uso di questa pratica e disse che se avessimo voluto avremmo potuto fare lo stesso.

In molti passaggi della Bibbia vediamo Gesù e i suoi discepoli imporre le mani sui bisognosi, supplicando Dio di guarirli.

La Scoperta del MAGNETISMO

Franz Anton Mesmer è stato un medico tedesco. Laureato in medicina e filosofia a Vienna, svolse la sua attività in Austria, Germania e Francia, a cavallo tra la fine del Settecento e l'inizio dell'Ottocento. 

Secondo lui, i fluidi curativi erano assorbiti dalla persona bisognosa per mezzo dei centri vitali (chackra), accumulatori e distributori di energie, localizzati nel perispirito e dal proprio corpo astrale, che agisce come una spugna. Erano così spiegate, teoricamente, le cure promosse da Gesù e dai guaritori di tutti i tempi. Fra gli spiritisti, l’imposizione delle mani su di una creatura con l’intenzione di alleviare sofferenze, guarirla di qualche male o semplicemente fortificarla è conosciuta come “passe”.

Attraverso quali meccanismi avviene il passe? 

Secondo lo Spirito André Luis (medico vissuto in Brasile che si comunicava attraverso il medium Chico Xavier), il cervello può essere considerato, al tempo stesso, un potente emittente e ricevente di onde mentali. Le frequenze di queste onde mentali caratterizzano il livello morale/spirituale di ciascuna creatura e si riflette anche sulla sua aura. L’aura corrisponde a sottili flussi atomici del pensiero, possiede colori e frequenze particolari; quanto più nobili saranno gli ideali e più corretta la condotta morale, maggiore sarà la frequenza delle onde emesse. Come vediamo, l’efficacia del  passe dipende quasi esclusivamente dai processi mentali che coinvolgono le tre parti: lo spirito benefattore, il medium e l’assistito. Se uno di loro restasse disattento al lavoro, con la mente rivolta a obbiettivi estranei al compito in corso, l’interscambio di fluidi diverrebbe difficile, con risultati al di sotto del desiderabile.

Perché la necessità della preghiera durante il passe?

Durante una qualsiasi manifestazione medianica dalla quale partecipi un messaggero dalle alte sfere, costui, ad esempio, cercherà di abbassare il suo livello vibratorio e al tempo stesso chiederà al medium uno sforzo nel senso di elevare la propria frequenza mentale, ciò sarà conseguito se si manterrà in concentrazione e intensa preghiera. Se il medium possiede il sincero desiderio di servire, attraverso la preghiera sincera, riuscirà ad elevare il suo livello vibratorio e l’interscambio avverrà con facilità e sicurezza. Nel caso il medium non realizzi questo sforzo, la comunicazione diventerà tanto più difficile quanto maggiore sarà il grado di disattenzione del medium. Questa influenza che riceviamo dalle diverse entità spirituali è sempre determinata dalla configurazione del livello vibratorio di cui disponiamo al momento, immediato riflesso dei pensieri e/o sentimenti che albergano dentro di noi.

Si deve avere un luogo adatto per applicare e ricevere il passe?

Sì. Dovrà esistere un luogo appropriato nella casa spiritista per la somministrazione del passe. Questo spazio, se possibile, dovrà servire soltanto a questo fine evitando al massimo il passaggio delle persone o deposito di oggetti non riguardanti questo compito. Non è raccomandabile applicare il passe al di fuori i queste condizioni.

Eccezioni vengono fatte sporadicamente nel caso l’ammalato non possa spostarsi, perché in ospedale o costretto a letto, il medium comunque deve premurarsi di non trovarsi senza il giusto appoggio spirituale, promuovendo se possibile, la presenza di altri compagni.

Si potrà adoperare l’uso della musica a sfondo spirituale e a basso volume. L’uso di “profumi o incensi” è totalmente dispensabile.

La fede è importante per l’efficacia del passe? 

Sì. Comprendiamo la fede come uno stato di recettività ai fluidi. Nel caso il paziente abbia molta fede nell’azione del passe, possiamo dire che è ricettivo ai fluidi che riceverà. Mantenendo il pensiero altrove, dubitando della reale intercessione spirituale e comportandosi in modo inadeguato, il paziente starà sprecando non solo i fluidi del medium come l’opportunità che gli è stata offerta di ricevere l’aiuto della Spiritualità. Come diceva Gesù: “… va, la tua fede ti ha salvato”.

Chi può ricevere il passe? 

Il passe non ha controindicazioni potendo essere somministrato sia negli adulti che nei bambini. Tuttavia, devono essere rispettate le giuste condizioni del luogo, del passista e dell’assistito; non è una pratica che va fatta tanto per fare.

Il passista:

Il passista non deve necessariamente essere un santo, ma deve sforzarsi nel cambiamento interiore e nell’apprendistato intellettuale. Siccome il passista dona una parte dei suoi fluidi che andranno a fortificare il lato materiale e spirituale dell’assistito, questi fluidi devono essere puliti da vibrazioni deleterie provenienti dai vizi o dai pensieri.

L’uso della sigaretta e dell’alcool devono essere evitati al meno nei giorni di passe.
Il passista deve coltivare nel suo quotidiano i buoni pensieri.

L’orgoglio, l’egoismo, la maldicenza, la sensualità esacerbata e la violenza nelle attitudini, devono essere combattute costantemente.

La Spiritualità superiore associa dei gruppi di Benefattori ai lavoratori che si sforzano, moltiplicandogli la capacità di servizio. Le elevate condizioni morali del passista sono fondamentali perché riesca ad ottenere il risultato soddisfacente nel compito del passe.

L’ACQUA FLUIDIFICATA 

L’acqua fluidificata è niente meno che il magnetismo messo dai Benefattori nell’acqua comune, potabile, minerale, cristallina, dove mettono i fluidi salutare per l’equilibrio di qualche malattia, infermità fisica o spirituale. L’uso dell’acqua Fluidificata non dispensano le cure mediche raccomandate al paziente, in nessuno caso.

Quale deve essere la condotta dell’assistito?

Il ricevente, dovrà comprendere la fluidoterapia  o passe, come un aiuto sacro, considerando i benefici spirituali che riceve ad ogni passe, dovendo pertanto sforzarsi per avere una condotta meritoria, promuovendo un cambiamento interiore con vista ad una crescita spirituale consapevole. Il passe non guarisce ma agisce come sollievo e alimento dell’anima perché possa guarire se stessa. 

Fonte:

“O Passe” di Álvaro Vanucci, Fisico, Professore e Membro dell'Associazione Brasiliana di Psicologi Spiritisti).
“7° Lição sobre o Passe” – Gruppo Spiritista “Bezerra de Menezes”, São José do Rio Preto – S.P. 
Libro “O Passe - Respostas às Perguntas mais Freqüentes” di Eugênio Lysei Junior.

Leila Brasilia Karin Bombazar de Andrade 

Cerca nel sito

cd

SDS

tel. 339.2299919

sound by Jbgmusic